montini automobili LOGO

Pettenella Leontina

Realizzata a San Leo nei primi anni fine anni 60 è una la prima di 14 costruite su telaio originale della 6C 1750 con oltre il 90% di pezzi originali della 1750 del trenta veramente bella indistinguibile dal originale fatta eccezione per il motore 2000 che comunque riproduce la stessa potenza e erogazione del originale

Pettenella, chi è costui? Un restauratore di auto antiche, che in collaborazione con il ben noto commerciante di automobili di fascia alta Achilli Motors di Milano, fine anni 60 decide di avviare la costruzione della replica dell’Alfa Romeo 1750 Gran Sport degli anni ’30. 

La ricetta per questo tipo di realizzazioni  è sempre la solita, abbinare ad un aspetto retrò della carrozzeria, più o meno fedele all’originale, una meccanica moderna. Anche l’idea di replicare l’Alfa 1750 GS non è certo nuova, già ci ha pensato Gianni Mazzocchi nel 1965, con la 1750 gran sport Quattoruote. La vettura voluta dal patron dell’editoriale Domus è più però da leggere come una reinterpretazione in chiave moderna, per la sua epoca, della spider Alfa, piuttosto che una replica vera e propria come nel caso della Leontina.

Il nome della vettura deriva da quello della strada su cui si trova la carrozzeria Pettenella, la Leontina appunto, a San Leo in provincia di Pesaro, dove viene costruito lo spider. Telaio e sospensioni, queste ultime a balestre con ammortizzatori a frizione, sono basati sui disegni originali Alfa.